D: Alcune persone muoiono molto rapidamente per il virus. È difficile per la loro anima?

MM: No no, non è difficile. In un certo senso, per la persona che muore, è buono; d’altro canto, è scioccante per la famiglia, come un incidente. Tuttavia, le persone che muoiono hanno il pieno sostegno di Dio. È bello andare così in fretta, buono per la loro anima; non stanno lottando.

D: Quindi la loro anima è in pace?

MM: Sì, l’anima è in uno stato pacifico.


D: Molte persone muoiono da sole per il virus. Sei con loro prima che muoiano?

MM: Dio è lì, io sono lì, molti sono lì – nessuno è solo. Medici e infermieri ci sono. Solo i membri della famiglia non ci sono.


D: Cosa possiamo dire alle persone che stanno perdendo i loro cari a causa del virus, ad esempio, se il coniuge di una persona sta morendo, e ora sono soli.

MM: Questa è una situazione molto difficile. Non possono andare a vederli, non possono consolarli, non possono tenere loro la mano e non possono confortarli. Non è una cosa facile per le persone. È una situazione molto difficile, una situazione molto dolorosa. In queste circostanze, dovremmo imparare ad avere pazienza e ad avere fiducia. Essi possono pregare per la persona che muore, pregare per se stessi e pregare per il mondo intero – pregare per tutte e tre queste cose.


D: Cosa possiamo dire alle persone che non riescono a trovare un lavoro in questo momento, compresi gli studenti che si stanno laureando e altri?

MM: Le persone dovrebbero capire questa situazione – non c’è molto che possiamo fare. Se le persone hanno una terra o un giardino, possono coltivare alimenti.
Questo non sta accadendo solo nel tuo paese – è in molti paesi. Non possiamo dire che sta interessando solo un paese, perché sta accadendo in quasi tutti i paesi.
Per le persone che non hanno un lavoro, con qualunque cosa abbiano, dovrebbero collaborare con gli altri. Possono pregare Dio e dovrebbe andare bene.


D: In America, alcuni posti stanno iniziando ad riaprire un po’. Cosa consiglieresti alle persone lì?

MM: Il governo può dire che devono iniziare ad aprire le imprese, ma le persone dovrebbero comunque stare attente. Se devi andare al lavoro, allora devi uscire, ma esci solo se è necessario.
Individualmente, non possiamo uscire; non possiamo vedere i nostri genitori, i nostri parenti. È un problema visitarli. Le persone non dovrebbero uscire tutte in una volta; forse il governo creerà alcune regole in modo che un gruppo possa uscire in un certo orario e un altro gruppo possa uscire in un altro.
Ho sentito che ci sono alcuni gruppi che sono pronti ad aiutare gli altri.

D: Le persone dovrebbero rimanere a casa se possibile?
MM: Sì, dovrebbero stare a casa. Solo se è necessario dovrebbero uscire. Distanziarsi dalle altre persone e non abbracciarsi o stringersi la mano. Alcune persone vogliono essere a casa, e per quelli è facile. Alcuni vogliono sempre uscire – per queste persone non è facile rimanere a casa.


D: Durante questo periodo, come possiamo aiutare la situazione attuale?
MM: Dovremmo pregare – più di questo non possiamo fare.

D: Stai aiutando tutti in questo momento, anche se non ti conoscono?
MM: Sì, sì. Non importa se mi conoscono o meno: il mio aiuto è destinato a tutti, per aiutarli ad avere una vita di pace.


D: L’ultima volta hai detto che non dovremmo avere paura, quel che accadrà accadrà.

MM: Sì, è naturale che arrivi la paura, ma dobbiamo controllare la nostra paura. A volte, se arriva la paura, possiamo consolare noi stessi: non serve a nulla avere paura. In generale, dovremmo controllare le nostre menti con una forte volontà – possiamo dire a noi stessi “Non voglio paura”. È meglio non concentrarsi sulla paura; è bene deviare la mente con altre attività.


D: La preghiera può cambiare ciò che accadrà?
MM: Sì sì, la preghiera può cambiare molte cose. Con la nostra forte convinzione e forte fede possiamo cambiare molte cose.

D: Se esiste una pratica che potresti raccomandare per le persone in questo momento, quale sarebbe, ad esempio japa o meditazione?
MM: Non raccomando una singola pratica. Non dico fai questo o quel mantra. Sul momento, secondo come ci sentiamo, possiamo invocare Dio, o la Madre o il Divino; possiamo dire “Dio aiutami”. In quel momento devi sentire quello che vuoi chiedere e le parole verranno automaticamente, senza pensare. Se hai davvero bisogno di aiuto, le parole verranno automaticamente.


D: Durante le meditazioni in livestreaming, stai lavorando su un livello diverso?
MM: Durante la meditazione sono presente nella vita delle persone. Sono lì per consolarle e per fornire supporto in tutto ciò di cui hanno bisogno.

D: Riesci a vedere i nostri problemi individuali? E ci stai inviando luce individualmente?
MM: Sto inviando luce a tutti, individualmente o in gruppo; la luce è per tutti.

D: Le persone desiderano poter ricevere il tuo darshan in questo momento.
MM: La meditazione trasmessa in streaming è come un darshan.


D: Madre, molte persone chiedono delle lacrime che scendono dai tuoi occhi durante la meditazione in live streaming.
MM: (ridendo) Non sto piangendo. Perché dovrei piangere davanti alla telecamera? Non sono triste, non sono arrabbiata. L’acqua scende dai miei occhi, non so perché.


D: Mamma, sei con noi 24 ore al giorno?
MM: Non posso dire di stare con le persone tutto il giorno. Quando mi chiami, allora sono lì. Quando hai bisogno di me, allora sono lì.

D: Questo è vero sia che le persone ti conoscano o non ti conoscano, che siano devoti o non lo siano?
MM: Per me non c’è differenza. Che credano in me o no, non importa.

D: Quindi anche se qualcuno dice “Non credo in Madre Meera”, sei con loro?
MM: Sì, non importa, non mi dispiace. Purché non causino alcun problema.

Non abbiate paura, state calmi e Pregate!

Documento originale della Mother Meera Foundation USA.

Se volete sostenere Madre Meera con una donazione, andate qui.

Diese Post gibt es auch in: English Deutsch Français Nederlands Čeština Español polski Русский